A Lucca nasce “Ohana”, la nuova associazione per l’infanzia e la famiglia

Si chiama “Ohana” (famiglia, in hawaiano) ed è una nuova associazione per l’infanzia e la famiglia. I soci fondatori sono professionisti con diverse specializzazioni che ruotano intorno al bambino e ai genitori per garantire loro sostegno, supporto e sviluppo sia in situazioni fisiologiche che patologiche (ostetrico, psicologo, logopedista, nutrizionista, tnpee, chirurgo pediatrico). A parlarci dei numerosi progetti in cantiere è la presidente Chiara Grassini, a cui abbiamo fatto alcune domande per saperne di più.

 

Quando, come e perché le è venuta l’idea di costituire questa associazione?
Questa associazione è nata solo in seguito al progetto “E’ nata una mamma… è nato un papà” che quindi ne è il motore: non ho voluto l’associazione dall’inizio, quello che mi sono impegnata a creare era qualcosa che non fosse solo un percorso di accompagnamento alla nascita ma bensì alla genitorialità nel senso più ampio possibile e per farlo avevo bisogno prima di tutto di un’equipe con le giuste professionalità e soprattutto le persone giuste che
condividessero delle idee e su cui poi costruire un progetto comune. Non è stato facile trovare queste persone, ci sono voluti tre anni in cui non ho mai smesso di cercare finché non ho trovato chi rispondesse ai miei criteri e condividesse le mie opinioni in merito e loro sono stati tutti, e fin da subito, concordi e hanno accettato con entusiasmo il mio progetto che hanno definito complesso e ambizioso ma per questo esaustivo.

Ed è a questo punto che il mio progetto è diventato il nostro progetto e si è reso necessario costituire un’associazione che ci permettesse di muoverci liberamente per portarlo avanti.
Alla luce di quanto detto credo quindi sia facile capire il motivo per cui dico che mi piace attribuirmi la maternità di “E’ nata una mamma è nato un papà” senza dimenticare ovviamente il contributo fondamentale dei miei colleghi.

Il percorso di accompagnamento alla nascita e alla genitorialità: può descriverci meglio le peculiarità dei percorsi che intendete mettere in campo?
“È nata una mamma… è nato un papà” è un percorso di accompagnamento alla nascita che nasce in seguito alla mia esperienza di mamma e alle esigenze da me incontrate con lo scopo di integrare e approfondire il corso di preparazione alla nascita offerto dal territorio fornendo ai futuri genitori delle informazioni su base scientifica per una scelta consapevole.
Il progetto è strutturato in un percorso centrale costituito da 10 incontri compresi nella tessera associativa e da ulteriori 15 incontri opzionali a pagamento (singolarmente o a pacchetti).
Contiamo di riuscire nel tempo ad abbassare sempre di più i costi inserendo gli incontri opzionali all’interno del percorso centrale (e quindi gratuiti fatta eccezione per la tessera associativa necessaria).
Sono previsti due incontri settimanali (uno gratuito e uno opzionale) della durata di circa due ore che accompagneranno i futuri genitori prima ma anche e soprattutto dopo il parto.
All’interno del progetto è inserito un corso di massaggio infantile e un incontro sulla disostruzione pediatrica organizzato dalla Croce Verde (che tra le altre cose ospita e patrocinia il progetto aiutandoci così nella sua realizzazione pratica).
Al termine degli incontri verrà consegnato in omaggio ai genitori un baby kit per le prime necessità.
I genitori potranno poi continuare a confrontarsi sui vari aspetti dell’educazione dei bambini e su come affrontare i vari momenti partecipando alle successive iniziative organizzate dall’associazione Ohana.
Questi gli argomenti che saranno ognuno il tema di un incontro:
La gravidanza e i disturbi più comuni, il ruolo del papà, il parto e il rientro a casa, allattamento (a cui saranno dedicati addirittura due incontri), lo sviluppo psicomotorio e linguistico del bambino, vaccini e patologie, il rapporto con i fratelli, il lavaggio nasale, la nanna, lo svezzamento e l’alimentazione nei bambini, il massaggio Infantile e la riabilitazione del perineo.
Ovviamente questo è un progetto sperimentale che intendiamo ripetere, se le cose andranno come speriamo, e far crescere ad ogni edizione inserendo ogni volta nuove iniziative ma preferiamo misurare bene le nostre forze per non fare il passo più lungo della gamba, come si suol dire.
Ma abbiamo già delle idee che stiamo sviluppando con l’intento di inserirle nell’edizione successiva (perché siamo ottimisti che ci sarà).

Nel prossimo futuro vorremmo inserire argomenti come:
I bambini e la tecnologia, togliere il pannolino, gestire le emozioni dei bambini e affrontare bizze e capricci, l’ingresso all’asilo e il distacco, lo sport in gravidanza, vantaggi e limiti, la salute e la cura del corpo oltre ad un corso di Yoga in gravidanza.

Quali altri progetti avete in programma?
Credo si sia capito che il progetto è veramente ambizioso e pertanto porterà via gran parte del nostro tempo e delle nostre energie ed esso stesso prevede, come già detto, la realizzazione di nuovi eventi al suo interno ma abbiamo comunque altri progetti in programma per il futuro alcuni più prossimi mentre altri meno, in generale saranno progetti per le scuole (sessualità e educazione alimentare oltre ad uno sperimentale per l’apprendimento nella primaria) e di prevenzione oltre a corsi di aggiornamento per professionisti (ad esempio i pediatri)

Quali professionisti sono coinvolti nel progetto?
L’intero percorso è organizzato da professionisti qualificati (ostetrico, psicologo, logopedista, nutrizionista, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva e insegnante AIMI, chirurgo pediatrico e fisioterapista) che si alterneranno nei vari incontri ognuno presieduto da almeno due specialisti.

Quali sono gli obiettivi di questa associazione? Cosa offrirà di diverso rispetto a quello che c’è già alle mamme lucchesi?
L’obiettivo di questa associazione sta nel suo nome, Ohana, che in hawaiano significa famiglia (citando un cartone animato della Disney Pixar “Lilo e Stich”, che fra l’altro consiglio di vedere, e il cui motto è “ohana significa famiglia, famiglia significa che nessuno viene dimenticato o abbandonato”) ed è proprio la famiglia il cuore di tutti i nostri progetti, famiglia intesa nel senso più ampio quindi di tutti i suoi componenti e delle loro relazioni: il rapporto di
coppia e il rapporto nei confronti del nuovo arrivato, le emozioni e le gioie di mamma e papà ma soprattutto delle difficoltà che si incontrano non solo nella gravidanza e nel parto ma soprattutto in seguito perché spesso si parla delle gioie e troppo poco delle difficoltà che si possono incontrare, come ad esempio nell’allattamento (sicuramente poi ripagate dal grande amore che si riceve indietro dalle creature ma che rischia comunque di sopraffare e celare le gioie rovinando quello che a mio avviso il momento più magico se vissuto però con la giusta tranquillità).

Il 15 gennaio verrà presentata ufficialmente alla città: che risposta si aspetta?
Ci aspettiamo, da inguaribili ottimisti, un riscontro positivo nella speranza che anche loro come noi pensino che fosse ciò che mancava sul territorio.

 

 

Chiara Grassini, laureata in Logopedia all’Università di Pisa, si occupa prevalentemente di valutazione, prevenzione e trattamento dell’età evolutiva avendo fatto corsi di specializzazione e alta formazione sui disturbi di apprendimento, sui disturbi del linguaggio, sulla motricità orofacciale e sulle funzioni orali nei piccoli, piccolissimi e nei neonati.
Dal 2005 lavora come logopedista in libera professione nel suo ambulatorio di Lucca e fa parte di un’equipe multidisciplinare accreditata per la diagnosi di Disturbi di apprendimento.
Organizza laboratori nelle scuole materne ed esegue screening per il linguaggio negli asili nido.
Da settembre 2018 è socia fondatrice e presidente dell’associazione Ohana insieme ad altri professionisti con i quali si occupa di progetti per l’infanzia e per la famiglia.

 

CONTATTI:
Telefono: 3492599145
Pagina fb professionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *