Capannori: Progetto tutor, tanti giorni alla giornata di formazione ad Artemisia

Successo per la prima giornata di formazione rivolta ai giovani protagonisti del “Progetto Tutor” promosso dal Comune di Capannori in collaborazione con l’associazione Tucam. Circa 70 ragazze e ragazzi fra i 16 e i 29 anni hanno partecipato alle attività che si sono svolte domenica scorsa (3 febbraio) dalle 9 alle 18 al polo culturale Artémisia a Tassignano. I tutor sono stati coinvolti in tre laboratori: esperenziale, dal titolo “Non l’avrei mai detto”, teatrale dal titolo “Improvvisiamoci” e ludico. Ha partecipato alla giornata anche l’assessore alle politiche giovanili, Lia Miccichè.

“Ringrazio i tutor, che in ogni occasione dimostrano di mettere cuore e passione in questo progetto – afferma l’assessore Miccichè-. I volontari, infatti, danno un prezioso aiuto agli studenti più in difficoltà, contribuendo alla loro cresciuta in un ambiente stimolante. Si comprende quindi quanto sia grande il lavoro sia didattico sia educativo che sta alla base del progetto che proprio lo scorso autunno ha compiuto 20 anni, dimostrando di essere particolarmente radicato nella comunità. Ringrazio anche l’associazione Tucam per la collaborazione e gli uffici comunali per la dedizione al progetto”.

Nelle prossime settimane proseguiranno le attività di formazione che vedono anche il coinvolgimento di due psicologi.

Il “Progetto Tutor” è partito ufficialmente nel mese di novembre. Ogni giovane volontario segue a domicilio per due ore a settimana bambini e ragazzi che si trovano in situazioni di svantaggio familiare o hanno difficoltà a scuola. I tutor si mettono al fianco dei bambini delle scuole primarie e secondarie di primo grado per condividere con loro il tempo del gioco, dello studio, della confidenza, diventando per loro “fratelli e sorelle maggiori”, pronti a sostenerli in ogni piccola e grande sfida. La stragrande maggioranza dei volontari sono studenti che frequentano alcuni istituti secondari della Piana di Lucca con i quali l’amministrazione comunale ha siglato una convenzione, perché il progetto Tutor rientra fra i progetto di alternanza scuola-lavoro. L’esperienza è comunque aperta anche agli universitari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *